Dipartimento di Agraria

Università degli Studi di Sassari

MIGLIORVINO

progetto Cluster migliorvino - por fesr 2014-2020

MigliorVino_sardegnaricerche

Progetto Cluster POR FESR 2014-2020
MIGLIORVINO - MIGLIORamento della risposta enologica del vitigno e VINO Cannonau in funzione del terroir

Soggetto attuatore:  Dipartimento di Agraria – Università degli Studi di Sassari

Le azioni che saranno intraprese col progetto MIGLIORVINO hanno come obiettivo l'incremento della competitività internazionale della vitivinicoltura isolana e del Cannonau in particolare.
Il progetto è rivolto al miglioramento della risposta enologica del vitigno e vino Cannonau, sia vinificato in purezza che in uvaggio, ponendo attenzione alle caratteristiche delle varietà locali, da scegliere in funzione dei differenti territori.
In tal modo risulterà possibile ottenere nuovi prodotti che esprimano i diversi territori della Sardegna, che possano essere apprezzati sia sul territorio nazionale ma anche internazionale. Le azioni che verranno intraprese aspirano pertanto, come obiettivo primario, al miglioramento della competitività internazionale della vitivinicoltura isolana e del Cannonau in particolare.

Le attività progettuali previste sono volte all’ottenimento dei seguenti risultati:

(1) Sviluppo di nuovi prodotti enologici diversificati per i diversi territori (Cannonau in blend con le varietà locali sopra identificate): si prevede, in collaborazione con le aziende afferenti al cluster, di dar luogo alla produzione di nuovi vini ottenuti da blend con varietà locali maggiormente caratterizzanti i terroir oggetto di studio, al fine di tipicizzare e diversificare il prodotto identificandolo maggiormente con il territorio di provenienza. Le vinificazioni verranno effettuate presso le aziende afferenti al cluster e la cantina sperimentale del Dipartimento di Agraria.

(2) Miglioramento della conoscenza degli areali di coltivazione del vitigno Cannonau e delle varietà tradizionalmente presenti nei differenti terroir: dopo aver condotto una indagine conoscitiva presso le aziende afferenti al cluster in relazione alle pratiche colturali ordinarie utilizzate dalle aziende e alle loro attuali conoscenze sulle varietà tradizionalmente diffuse negli areali considerati, si prevede di giungere ad un miglioramento delle conoscenze sulle peculiarità agronomiche e tecnologiche delle varietà nei singoli areali.

(3) Definizione di modelli viticoli idonei per singolo territorio e varietà: contestualmente agli obiettivi produttivi ed enologici concordati con le aziende, si prevede di definire il modello viticolo più idoneo per singolo territorio e varietà. Si prevede inoltre di eseguire attività di informazione presso le aziende aderenti al cluster e di diffondere i risultati intermedi e finali del progetto tra le aziende partner e tutta la filiera vitivinicola regionale con particolare riferimento alle valutazioni sensoriali effettuate sui consumatori finali.

Sono previsti quindi, oltre ai contatti con le imprese aderenti, anche dei momenti aperti di avvio del progetto, di confronto sui risultati di medio termine e, alla conclusione, sui risultati finali raggiunti. Tali momenti verranno promossi anche con il supporto delle organizzazioni che a vario titolo si occupano delle stesse tematiche o di tematiche affini quali l’Assoenologi, i GAL, l’Associazione Italiana Sommelier, L’ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino).

Partecipazione al cluster
Come per tutti i progetti cluster, anche per MIGLIORVINO vale il principio della porta aperta: tutte le imprese interessate possono entrare a far parte del progetto in qualsiasi momento inviando al responsabile scientifico e al responsabile di Sardegna Ricerche il modulo di adesione..

Sito web del Progetto MIGLIORVINO (Sardegna Ricerche)

Responsabile scientifico: Alessandra Del Caro
Indirizzo emaildelcaro@uniss.it

Sardegna Ricerche: Elena Lai
Indirizzo emailelena.lai@sardegnaricerche.it