Dipartimento di Agraria

Università degli Studi di Sassari

Organi del Corso

Coordinatore

Coordinatore: 

Prof. Antonello Cannas

E-mail: cannas@uniss.it
Telefono: 079229305

Coordinatore Vicario:

Prof. Maurizio Mulas

Telefono: 079229334

 

  1. Il coordinatore è eletto dal collegio dei docenti fra i professori a tempo pieno componenti il collegio stesso. L’elezione è indetta dal decano del collegio dei docenti e avviene a maggioranza semplice dei presenti, dura in carica tre anni ed è rieleggibile perun solo mandato consecutivo. Delle elezioni viene redatto un verbale che viene inviato, per gli adempimenti di competenza, all’ufficio affari generali e, per conoscenza, all’ufficio alta formazione.
  2. Il coordinatore rappresenta il corso di dottorato presso la struttura o le strutture che l’hanno promosso e presso gli organi accademici; è responsabile dell’organizzazione e del funzionamento complessivo del corso e dei percorsi formativi in esso previsti, presiede le riunioni del collegio e della giunta, sottopone proposte ad essi e dà attuazione alle loro determinazioni, propone le attività formative, predispone le proposte di rinnovo e provvede a tutte le esigenze non esplicitamente previste dal regolamento, perseguendo la migliore funzionalità e qualità del corso di dottorato.
  3. Il coordinatore redige la relazione di autovalutazione, provvede altresì a raccogliere annualmente, nelle forme idonee, i dati aggregati relativi alla produzione scientifica deidottorandi, e dei dottori di ricerca relativamente ai tre anni che seguono il conseguimento del titolo, all’occupazione dei dottori di ricerca formatisi nel corso, convoca periodicamente il collegio dei docenti e (coadiuvato da un segretario) redige i verbali delle riunioni, che devono essere consegnati tempestivamente all'ufficio alta formazione dell’ateneo.
  4. Il coordinatore provvede all'autorizzazione delle spese per il funzionamento ordinario del corso di dottorato sull’apposita voce di budget del centro autonomo di spesa cui il dottorato fa riferimento.
  5. Il coordinatore verifica la conformità al presente regolamento delle delibere del collegio dei docenti e della giunta, e provvede alla trasmissione delle stesse all’ufficio alta formazione.
  6. Il coordinatore attesta mensilmente, previa comunicazione dei relativi tutori, la frequenza dei dottorandi alle attività previste dal rispettivo programma di ricerca.
  7. Il coordinatore autorizza a svolgere periodi di studio all’estero fino ad un massimo di 6 mesi.
  8. Il coordinatore indica un vice-coordinatore tra i professori, con delega di firma, per i casi di assenza o impedimento.
  9. Il coordinatore ed il vice-coordinatore sono nominati con decreto del Rettore. 

Giunta del Corso

La Giunta del Corso è l’organo di programmazione, di indirizzo e di coordinamento delle attività e delle esigenze generali del Corso; in particolare:

La Giunta è nominata dal Collegio, si compone di almeno un docente per ogni curriculum, ove istituiti, e comunque di almeno cinque docenti compreso il Coordinatore, che la presiede.
2. La Giunta resta in carica un triennio ed è rinnovabile per un successivo mandato.
3. La Giunta delibera in merito a:

  • a) ripartizione del budget assegnato al Corso;
  • b) proposta al Collegio del Piano Didattico per ciascun Ciclo;
  • c) termini e modalità di verifica annuale delle attività svolte e dei risultati prodotti dai dottorandi;
  • d) autorizzazione a svolgere periodi di studio e ricerca all’estero per periodi superiori ai 6 mesi;
  • e) ammissione all’esame finale;
  • f) scelta dei docenti valutatori esterni delle tesi di dottorato;
  • g) riduzione della durata legale del Corso di dottorato;
  • h) esclusione dal Corso di dottorato e non ammissione all’esame finale, previa acquisizione del parere motivato del tutore;
  • i) richieste di trasferimento da altri Corsi di dottorato;
  • j) attestazione circa il soddisfacimento delle condizioni necessarie per il rilascio della certificazione di Dottorato Europeo ai dottorandi che ne abbiano fatto esplicita richiesta, ed assenso al riconoscimento della certificazione suddetta;
  • l) dichiarazione di equivalenza del titolo di accesso ai fini della partecipazione di studenti stranieri alle prove di ammissione.

La Giunta propone, inoltre:

  • a) i nominativi dei componenti della commissione esaminatrice per l’ammissione al Corso;
  • b) i nominativi della commissione giudicatrice per il conferimento del titolo di dottore di ricerca.

4. La Giunta delibera sulla presentazione dei dottorandi alla commissione giudicatrice dell’esame finale.
5. La Giunta valuta la compatibilità delle attività didattiche che possono essere, dietro istanza dell’interessato, svolte dai dottorandi.
 

Collegio dei Docenti

  1. Il collegio dei docenti è preposto alla progettazione e alla realizzazione del corso di dottorato; delibera, su proposta del coordinatore, il complesso delle attività formative del corso; svolge funzioni di indirizzo e guida dei dottorandi e verifica il raggiungimento degli obiettivi formativi.
  2. Il collegio è costituito da professori di prima e seconda fascia, ricercatori universitari, primi ricercatori e dirigenti di ricerca, o ruoli analoghi, di enti pubblici di ricerca nonché da esperti di comprovata qualificazione anche non appartenenti ai ruoli dei soggetti accreditati, in misura comunque inferiore al numero complessivo dei componenti appartenenti ai ruoli dei soggetti accreditati. Per i professori e ricercatori universitari la partecipazione al collegio di un dottorato attivato da un altro ateneo è subordinata al nulla osta da parte dell'ateneo di appartenenza. 
  3. I tutori, che seguiranno i dottorandi durante il percorso formativo, sono individuati tra i docenti appartenenti al collegio e devono garantire un numero di anni di servizio pari almeno alla durata del ciclo di dottorato.
  4. Il collegio dei docenti delibera in merito a:
  • a) modalità di svolgimento e criteri di valutazione delle prove di ammissione al corso di dottorato;
  • b) programmazione dell’attività didattico-formativa-scientifica;
  • c) indicazione del numero e della tipologia dei posti da bandire per il concorso di ammissione al corso;
  • d) individuazione degli obiettivi qualitativi e quantitativi minimi che il dottorando deve acquisire per il conseguimento del titolo;
  • e) individuazione dei tutori;
  • f) sottoscrizione di accordi internazionali inerenti al dottorato e convenzioni di cotutela.
  • Il collegio dei docenti propone, inoltre, le convenzioni bilaterali fra l'università di Sassari ed altra (o altre) università estere consentendo la realizzazione di corsi di dottorato internazionali.
  1. Il collegio esprime un giudizio, ed eventualmente delle raccomandazioni, sul programma che ogni dottorando del primo anno intende svolgere nel triennio (o biennio nel caso di frequenza congiunta del corso di specializzazione medica e del corso di dottorato di ricerca), inclusa la previsione di periodi presso altri enti o centri, in Italia e all’estero, ed approva la scelta del tutore.
  2. Il collegio stabilisce il monte ore che ogni dottorando è tenuto a seguire con regolarità e le attività di approfondimento formativo comune, nonché eventuali verifiche periodiche.